Assicurazione contro i danni e gli infortuni

Assicurazioni contro i danni

Le assicurazioni danni, al pari di quelle stipulate sulla vita, svolgono un importantissimo ruolo previdenziale in quanto hanno lo scopo di tenere economicamente indenni i soggetti assicurati ed i loro familiari da eventuali danni che possono derivare dalle varie tipologie di sinistri assicurabili.

Esse devono essere inserite alla base di una corretta pianificazione finanziaria secondo le esigenze del risparmiatore e della propria famiglia.

Vediamo le varie tipologie di coperture assicurative ed il relativo uso che di esse si può fare a fini previdenziali e di pianificazione finanziaria.

assicurazione abitazione (incendio abitazione e contenuto; furto; danni cagionati a terzi dall'uso dell'abitazione):

  • tiene indenne l'assicurato sia nel caso di danni subiti sia nel caso di danni causati a terzi soggetti dalla conduzione dell'abitazione.

    Questo tipo di assicurazione risarcisce all'assicurato il danno derivante dalle condutture idriche, da incendio, dalla caduta di oggetti, ecc. Tutela anche nei casi in cui soggetti non facenti parte della famiglia subiscano danni dentro l'abitazione.

assicurazione infortuni:
  • tutela economicamente l'assicurato e la sua famiglia contro gl'infortuni che egli può riportare durante lo svolgimento della sua attività e/o nei momenti di tempo libero.
    È utile per chiunque, ma diventa indispensabile quando l'assicurato è l'unico percettore di reddito nell'ambito della famiglia e quando svolge un lavoro non remunerato in caso di inattività (come la maggior parte degli autonomi).
    Nel contratto l'assicurato può chiedere:

    • una diaria per sostituire il reddito da lavoro nei periodi di inattività;
    • il risarcimento del danno da invalidità permanente riportato;
    • un capitale in caso di morte.
assicurazione responsabilità civile della famiglia:
  • preserva il patrimonio dell'assicurato qualora egli stesso o un membro della sua famiglia arrechi un danno a terzi soggetti

assicurazione malattia:
  • l'assicurazione risarcisce le spese di cura sopportate dall'assicurato e, se richiesta al momento della stipula del contratto, elargisce una diaria per ogni giorno di inattività.
    Può essere anche previsto il risarcimento del danno da invalidità permanente riportato in seguito alla malattia.

Se mancano le coperture assicurative adeguate, per far fronte alle avversità sopra indicate occorre intaccare o addirittura azzerare il patrimonio familiare. Inoltre, in assenza di assicurazioni, è necessario tenere abbondanti riserve liquide per fronteggiare i vari imprevisti. La liquidità della famiglia, quindi non può essere investita correttamente perché devono essere escluse quelle forme d'investimento che normalmente risultano più redditizie e che, però, richiedono più tempo per dare i propri frutti.

Quelle elencate in questa pagina sono le forme più comuni di assicurazione utili per i singoli individui e per le loro famiglie. Naturalmente le linee di principio indicate sono valide anche per gli aspetti professionali (responsabilità civili professionali, infortuni dei dipendenti, ecc.).