I principali indicatori usati nell’analisi tecnica a supporto dell’investitore

L’uso dell’analisi tecnica e dell’analisi fondamentale offrono l’opportunità di studiare meglio alcuni titoli anche mediante l’uso di indicatori che sintetizzano alcune qualità del titolo. Nell’analisi tecnica in particolare esistono molti studi basati su indicatori, oscillatori e varie tipologie di rappresentazione grafica.

Per quanto riguarda i principali indicatori usati nell’analisi tecnica si segnalano:

RSI – relative streight index
Medie mobili
Zig Zag
Bollinger bands
Stocastico
MACD (Moving averege convergence divergence)
Mass Index
Parabolic SAR
Price Rate Of Change (ROC)
Williams’%R
Forecast Oscillator
Commodity Channel Index (CCI)
Momentum
On Balance Volume (OBV)

Gli indicatori usati in analisi tecnica sono centinaia, ognuno può avere delle qualità particolari per analizzare l’andamento del titolo. Quelli più usati come le medie mobili, il MACD, l’RSI, le bollinger bands possono offrire segnali più evidenti in quanto essendo più usati in pratica autoalimentano la propria forza ovvero il segnale operativo viene seguito da molti investitori.

Nella stessa maniera anche la forma di rappresentazione grafica può avere una certa influenza, ad esempio le candlestick possono evidenziare figure grafiche (pattern) di facile interpretazione e a volte offrono importanti segnali operativi. Le candlestick (candele giapponesi) vengono usate da molti investitori professionali e consentono di interpretare il grafico con rapidità offrendo in maniera sintetica molte informazioni sull’andamento delle quotazioni.

Gli indicatori sono quindi dei veri e propri strumenti di lavoro per l’investitore: un uso corretto e professionale può essere di aiuto per effettuare operazioni di compravendita profittevoli su qualsiasi mercato finanziario.

Leave a Reply