La DURATION dei titoli obbligazionari e dei titoli di Stato: analisi del rischio

Indica il rischio di un titolo o di un portafoglio obbligazionario in quanto ne misura la sensibilità al variare dei tassi di interesse.È una media aritmetica dei flussi intermedi, ai quali viene dato diverso peso in base alla scadenza d’incasso. Questo indicatore, in sostanza, misura la vita finanziaria residua di un titolo tenendo conto del flusso di denaro rimborsato alla scadenza, dei flussi intermedi (cedole) e del tempo.

Più il valore della duration è elevato più il titolo è sensibile ai movimenti dei tassi di mercato: in caso di scenario sfavorevole (aumento dei tassi) il rischio di perdite è maggiore o comunque la volatilità del titolo dovrebbe incrementare.

La duration di un portafoglio (per esempio un fondo comune d’investimento) investito in titoli diversi è pari alla media ponderata delle duration dei singoli titoli – obbligazioni – titoli di stato – che lo compongono.

Nei titoli zero coupon (senza cedola) la duration coincide con il tempo che manca alla scadenza.

ESEMPIO

Data di valutazione: 1.10.2000
BOT scadenza 31.10.2000 = duration pari a 0,082 anni (=30 giorni di vita residua/365 giorni dell’anno) perché il titolo non paga cedole;
BTP trentennale 01.05.2031 = duration pari a 15,2 anni (la duration in questo caso non è pari a 31 anni – cioè gli anni di vita residua – perché viene accorciata dall’incasso cedolare offerto dal titolo e, eventualmente, dal maggior prezzo di rimborso rispetto al prezzo di mercato rilevato il 1.10).

Leave a Reply